Tantissime Donne da Palcoscenico in scena al Teatro Sociale grazie a uno splendido spettacolo di Francesca Reggiani

Lunedì, 28 Maggio, 2018

Rovigo -  Non si poteva concludere meglio di così la IV edizione della rassegna Donne da Palcoscenico della compagnia teatrale rodigina Minimiteatri, che ieri sera ha presentato Tutto quello che le donne (non) dicono.

Una vulcanica Francesca Reggiani ha magistralmente catturato l’attenzione degli spettatori portando in scena momenti della vita quotidiana di uomini e donne, spaccati di abitudini contornati da ironiche riflessioni sulla politica, l’attualità e la vita di coppia.

Prima dello spettacolo, un’orgogliosa Alessandra Sguotti, Assessore alla Cultura di Rovigo, ha voluto rimarcare come questa Rassegna sia una parte integrante e fondamentale della stagione di Prosa del Teatro Sociale, citando la cura e l’impegno con cui il direttore artistico di Minimiteatri, Letizia E.M. Piva, abbia articolato un percorso iniziato a novembre con i laboratori teatrali e conclusosi a maggio con due conferenze e tre spettacoli di alto livello e profonda partecipazione anche da parte della cittadinanza.

Donne da Palcoscenico rappresenta ormai uno degli appuntamenti imperdibili del Maggio Rodigino grazie anche al sostegno  del Comune di Rovigo, del Teatro Sociale e di tutto il suo staff, di Arteven, della Fondazione Rovigo Cultura e della Fondazione Sviluppo Polesine e grazie alle collaborazioni con enti clturali cittadini come Accademia dei Concordi, Conservatorio di Musica "F. Venezze", Società Dante Alighieri in particolare con il suo gruppo giovani. Francesca Reggiani ha intrattenuto la platea per più di un’ora dando consigli fulminei e brucianti, ritratti feroci e veritieri, riflessioni acute e scomode, con uno sguardo sempre ironico e divertente sul nostro quotidiano. Definire lo spettacolo come un monologo è assolutamente riduttivo e non coerente con quanto visto in scena ieri sera: sebbene la Reggiani sia stata l’unica persona fisicamente presente sul palco, le donne che ha interpretato erano talmente tante e tutte assolutamente coinvolgenti, che sembrava di trovarsi davanti a un palcoscenico affollato!

Al termine dello spettacolo, Francesca Reggiani si è intrattenuta qualche minuto con Letizia E.M. Piva in un’amichevole conversazione sull’importanza, oggi, di dare voce ad artiste donne e su quanto sarebbe invece bello non dover più creare spazi riservati, nell'augurio di una totale parità tra artista uomo e artista donna: "Il Teatro ha il grande potere di trasmettere le emozioni e dialogare con lo spettatore direttamente e senza filtri, a prescindere da chi salga sul palco".