La compagnia teatrale Minimiteatri, gli allievi del Laboratorio e le Donne da Palcoscenico ringraziano di cuore per le splendide emozioni condivise in questo mese di maggio

Giovedì, 31 Maggio, 2018

E’ stato un maggio ricco di emozioni, incontri e spettacoli che difficilmente si riuscirà a dimenticare, soprattutto perchè è stato un maggio che in verità è iniziato a novembre con l’entusiamo e l’impegno degli allievi del laboratorio teatrale.

Il percorso che ha portato alla realizzazione della IV rassegna di Donne da Palcoscenico ha visto come denominatore comune persone che amano mettersi in gioco e imparare, che condividono la passione per il teatro e la volontà di conoscere e dialogare con gli altri, solo per il puro piacere di aprire lo sguardo su nuovi orizzonti culturali e interfacciarsi con altre realtà diverse dal loro quotidiano.Tutto questo non sarebbe stato possibile se non ci fosse stata la Società Dante Alighieri che, con il suo preparato e sempre disponibile settore Giovani, ha portato Dante nelle scuole medie e superiori, creando una sorta di legame tra gli studenti moderni e il Sommo Poeta. Un ringraziamento particolare va anche espresso per gli interventi svolto all'ingresso del Teatro Sociale la sera dello spettacolo nell'Inferno le donne: i ragazzi della Dante sono stati parte insostituibile nella spiegazione delle donne dantesche che da lì a poco sarebbero andate in scena. Un sentito ringraziamento al Conservatorio di Musica Venezze che anche quest'anno ha contribuito alla produzione di Minimiteatri . Conferenze, workshop e tavole rotonde sono state una presenza imperdibile durante le settimane della rassegna e si sono rivelati appuntamenti di alto livello e interesse. Per questo, un grazie di cuore va ad Anna Zoppellari, Marilena Parlati, Ivana D'Agostino, Fabio Finotti, Emilio Torchio, Alessandra Cislaghi, Rania Ibrahim e al Festival Biblico per la preziosa collaborazione. Due grandissime Donne da Palcoscenico ci hanno fatto l’onore di esser parte di questo meraviglioso viaggio teatrale. Ambra Angiolini e Francesca Reggiani sono state spendide protagoniste di due spettacoli che hanno portato al Sociale visioni e spaccati dell’universo femminile. Un grazie sincero va a loro e al loro talento di attrici italiane. Un ringraziamento sentito e doveroso va anche a coloro che hanno reso possibile questa Rassegna: il Teatro Sociale e il Comune di Rovigo, la Fondazione Sviluppo Polesine, la Fondazione Rovigo Cultura ed Arteven. Partners preziosi e fondamentali, cui si sono affiancati Lions Club, Ance Rovigo, Azimut, RovigoBanca, Bimisushi e Carla Import.

Ma il nostro ringraziamento più grande va senza dubbio a tutti coloro che hanno assistito alle conferenze e agli spettacoli, confermando ancora una volta che vale la pena investire nella Cultura e nel Teatro.