Cristina Donadio incanta il palcoscenico con il coraggio di Rosa Balistreri

Sabato, 25 Maggio, 2019

Da “Gomorra” alla lotta contro le mafie:
Cristina Donadio incanta il palcoscenico con il coraggio di Rosa Balistreri.

Si poteva immaginare che lo spettacolo “Rosa canta e cunta”, scritto e diretto da Letizia E. M. Piva – nell’ambito della Rassegna “Donne da Palcoscenico 2019”, avrebbe lasciato un’impronta, destinata a prolungarsi nel tempo e muovere le coscienze. E così è stato, al debutto di ieri sera 24 maggio, con un Teatro Sociale di Rovigo tutto esaurito.

Grazie all’interpretazione profonda e ricercata di Cristina Donadio, il pubblico veneto ha potuto scoprire e riscoprire il racconto di una storia siciliana, quella di Rosa Balistreri, che per il vissuto e il suo Coraggio di “cuntare” (raccontare) ha sconfinato nell’universalità, umana e artistica.

Un racconto intenso, dedicato alle Donne che hanno subito violenza ma che da qualche parte della loro anima trovano il Coraggio, grazie all’arte, alla cultura, al canto e alla musica. Il Coraggio che ha saputo trasferire la #Scianel di #Gomorra, con la narrazione di Paolo Rossi e l’intersecazione canora di una delle maggiori interpreti contemporanee della voce della cantautrice, Debora Troìa (“Premio Rosa Balistreri”).

Sul palco anche i musicisti che hanno collaborato con Rosa Balistreri (Rocco Giorgi, Dario Sulis, Tobia Vaccaro) che tanto l’hanno amata e ammirata, condividendo insieme all’artista le lunghe tournée italiane e che hanno, nello spettacolo, riportato l’autenticità dei suoi brani.

Con una sapiente tessitura registica, ha preso parte allo spettacolo anche il nipote di Rosa, Luca Torregrossa, portando in scena una testimonianza personale e toccante.

Main Partner: Studio Alpha Omega - Web & Graphic Design; con il sostegno di: Fondazione Banca del Monte di Rovigo; con il contributo di: Azimut, Lions Club Rovigo, Rovigo Banca Credito Cooperativo, ANCE Rovigo, Carla Import Sementi, Bimi Sushi; con il Patrocinio di: Senato della Repubblica Italiana, Camera dei Deputati.